Mercanti di Schiavi

Schermata 2016-02-18 a 10.55.47

Anna Pozzi San Paolo Editore – Euro 14,50

Viviamo in un mondo di schiavi! Non è uno slogan ma una tragica realtà. “La tratta di persone – dice papa Francesco – è la schiavitù più estesa in questo XXI secolo!.. È un’attività ignobile, una vergogna per le nostre società che si dicono civilizzate!”. Anna Pozzi, giornalista e scrittrice (lavora per “Mondo e Missione” e numerose altre testate), prende in esame in questo libro l’argomento. Lo aveva già fatto in altri due libri: “Schiave” (San Paolo, 2010) e “Spezzare le catene” (Rizzoli 2012). In 200 pagine, fitte di dati e di esperienze raccolte da un capo all’altro del pianeta, descrive questo “mondo di schiavi”, analizza quali siano i volti della schiavitù presenti oggi e dà un nome agli “schiavi d’Italia”. Ne viene fuori un quadro desolante e ripugnante e la percezione che malgrado gli appelli di papa Francesco e la giornata internazionale dell’O-, tutta questa tragedia rimanga avvolta da una generale indifferenza. I nuovi schiavi del XXI secolo non portano più pesanti catene di metallo, ma i gioghi moderni, prendono la forma di volta in volta, di truffe, ricatti, minacce, violenze, ma anche manipolazioni e condizionamenti psicologici potentissimi. “La tratta di essere umani è la peggiore schiavitù del XXI secolo – scrive Anna Pozzi che nel 2013 è stata la cofondatrice di “Slaves no More”, un’associazione che si occupa di rimpatri volontari assistiti di donne nigeriane vittime di tratta e di iniziative di sensibilizzazione e prevenzione della tratta e di tutte le forme di schiavitù. Un crimine contro l’umanità che riguarda il mondo intero. Milioni di uomini, donne e bambini, sfruttati, brutalizzati, spogliati dei loro diritti fondamentali, comprati e venduti come merci qualsiasi, usati e abusati, gettati via quando non servono più.