Un Fuoco Sempre Acceso

Schermata 2015-10-14 a 09.09.33

Silvio Cattarina Itaca Editrice – Euro 13,00

“Dopo la pubblicazionee il sorprendente successo de libro ‘Torniamo a casa. L’Imprevisto: storia di un pericolante e dei suoi ragazzi’, che racconta dell’Imprevisto, delle sue comunità, dei ragazzi che in esse hanno vissuto, dei loro genitori, tanti cari amici mi hanno chiesto di scriverne un altro sul metodo”. Nasce così “Un fuoco sempre acceso”: Silvio Cattarina racconta come il metodo usato nelle sue comunità sia il frutto di un’esperienza e di un cammino che lo ha portato dal nativo Trentino alle comunità terapeutiche di Gradara e San Carlo di Cesena. E poi dopo l’incontro con don Gianfranco Gaudiano, il 1° ottobre 1990, la nascita della Comunità L’Imprevisto, il Centro diurno, la Comunità terapeutica femminile “Tingolo per tutti”, le Case di reinserimento, la cooperativa sociale “Più in là’ comunità”. Quale sia il segreto di questo lavoro, lo dice a modo suo, il comico Paolo Cevoli nella prefazione al libro: “I ragazzi e le ragazze dell’Imprevisto hanno una cosa che li somiglia tra loro. Gli occhi. Fra di loro i ragazzi
dell’Imprevisto non sono parenti di sangue. Sono parenti di anima. Che difatti gli occhi sono specchio dell’anima. I loro occhi sono uguali. Ti guardano. Sono occhi affamati. Sempre aperti, sbranati. I ragazzi sono parenti di anima e il loro padre si chiama Silvio. Un padre non si sceglie, si trova. E solo dopo che si è trovato, si sceglie”. Ecco allora la chiave di tutto: fra Silvio e i suoi ragazzi è scattato un feeling che solo il cuore aiuta a far crescere.
Il metodo sta nell’anima.